Sommario
| sommario | « indietro | avanti » |




Canaletto, La piazzetta dei marmorari,
particolare,
Londra, National Gallery,
1730 ca.
  Anna Rita Tamponi e Enrica Flamini,
Lingue straniere e multimedialità.
Nuovi scenari educativi,

Liguori Editore, Napoli, 2000.



Anna Rita Tamponi ed Enrica Flamini propongono questo testo agli insegnanti di qualunque lingua straniera in cerca di stimoli e indicazioni teoriche e pratiche su come agire nel mondo nuovo della didattica multimediale. Non si tratta, tuttavia, di un libro per specialisti, ma di un contributo che può suscitare l'interesse e rivelarsi utile per chiunque si occupi di didattica delle lingue. Da un lato le autrici offrono una dettagliata analisi degli scenari educativi arricchiti in questi ultimi decenni dalla forte attenzione posta ai processi di apprendimento, prendendo in esame, come punto di partenza, in particolare le proposte degli studi cognitivisti e costruttivisti. Dall'altro lato il testo affronta, in maniera dettagliata e corredata da numerosi esempi pratici, l'analisi dei materiali a disposizione dell'insegnante di lingua straniera. In questo modo il lettore ha la possibilità di conoscere i materiali multimediali, di ricevere una guida alla loro applicazione in classe, di esaminarne la pertinenza a seconda del tipo di istituzione educativa in cui opera e di competenza linguistica dei propri studenti, nonché di elaborare modelli di valutazione utili per una futura analisi di materiali affini. A questo fine il testo fornisce in appendice varie schede create per agevolare la valutazione di software didattici, cd-rom, ecc. Di particolare utilità sono le proposte di attività didattiche elaborate attraverso l'uso di materiali multimediali, che ancora una volta hanno il pregio di offrire esempi che il docente potrà anche assumere come base metodologica per creare materiali didattici analoghi. Un accenno, in conclusione, a una delle appendici che offre un'ampia panoramica sul rapporto tra le politiche educative di molti paesi e l'introduzione delle tecnologie didattiche.

Marco Mezzadri
  Roberto Beretta,
Il piccolo ecclesialese illustrato,
Milano, Àncora, 2000


Che piaccia o meno, è innegabile che la cultura italiana, e quindi anche la lingua, che della cultura è un prodotto, oltre che uno specchio fedele, è da sempre fortemente influenzata dalla religione cristiano-cattolica. Le storie dell'una e dell'altra si sono intrecciate a tal punto che sarebbe oggi difficle separarle. Questo risulta evidente se pensiamo a molti dei modi di dire che utilizziamo quotidianamente, anche in contesti che nulla hanno a che fare con il mondo della chiesa - si pensi, ad esempio alle espressioni "avere voce in capitolo", "essere come il diavolo e l'acqua santa", "aspettare la manna dal cielo", solo per citarne alcune. Ma l'elenco potrebbe essere assai più lungo. Ma è anche vero il contrario: molte delle parole che nel linguaggio comune hanno un certo significato, possono acquistarne un altro, o semplicemente allargare o restringere il loro campo semantico, quando vengono usate in un contesto religioso. Si pensi, ad esempio, a "salvezza", "peccato", "prossimo", "pastore", ecc. Un terzo ed ultimo caso è invece quello in cui alcuni termini si sono sviluppati prevalentemente e tuttora permangono solo nell'ambito della Chiesa: "eucarestia", "sinodo", "cresima", ecc. Il libro di Roberto Beretta mira a spiegare in maniera semplice ed ironica la talvolta complessa terminologia della Chiesa, l'"ecclesialese" appunto. La struttura a dizionario del volume e il linguaggio chiaro e talvolta pungente lo rendono di facile e divertente consultazione, uno strumento che unisce proverbialmente l'utile al dilettevole. Con sette schede di approfondimento intitolate "Viaggio nell'ecclesialese", a metà strada tra il serio e l'ironico, le illustrazioni di Gianni Chiostri e una prefazione di Tullio De Mauro che lo definisce "nitido, documentato, divertente e coraggioso", il volume riempie finalmente un vuoto di lunga data negli studi sulla lingua italiana e sulle sue microlingue in particolare.

Matteo Santipolo

| sommario | top | « indietro | avanti » |