Sommario
| sommario | « indietro | avanti » |
  L'Università per Stranieri di Perugia, fondata nel 1921 e riordinata con L. 17 febbraio 1992, n. 204, è la più antica e prestigiosa istituzione nell'attività di ricerca sull'apprendimento e l'insegnamento della lingua italiana e nella diffusione nel mondo della cultura e della civiltà italiane. Di essa fanno parte la Facoltà di Lingua e Cultura Italiana   e i Centri speciali di ricerca WARREDOC (Water Resources Research and Documentation Centre) e CEDUIC (Centro elaborazione dati universitario dell'Italia centrale). Presso l'Ateneo sono attivi il Dipartimento di Scienze del Linguaggio e il Dipartimento di Culture Comparate.  
 

LA FACOLTA'
La Facoltà organizza per cittadini stranieri e italiani residenti all'estero Corsi di Lingua e Cultura Italiana, suddivisi in:

Corsi specialistici di Alta Cultura
Aperti a italiani e stranieri, si qualificano per l'elevato livello di approfondimento degli ambiti disciplinari e culturali oggetto di studio. Al termine di ciascun corso si ottiene, a richiesta, un Attestato di Frequenza; mediante opportune prove scritte, si consegue un Attestato di Profitto. Su presentazione di una dissertazione scritta, discussa e approvata, per i Corsi di Lingua Italiana Contemporanea e di Etruscologia e Antichità Italiche si consegue un Diploma.

Corso di Lingua Italiana Contemporanea:
La lingua della nuova letteratura (15 > 26 luglio 2002)
Corso di Storia dell'Arte:
Il rinnovamento dell'arte italiana: scultura in Italia centrale fra '200 e '300 (15 > 26 luglio 2002)
Corso di Etruscologia e Antichità Italiche:
Gli Etruschi fuori dall'Etruria (1 > 12 luglio 2002)

Corsi di aggiornamento per insegnanti di italiano all'estero:
Riservati a docenti stranieri e italiani residenti all'estero, offrono l'opportunità di approfondimento di tematiche dell'area linguistico-didattica e di aggiornamento culturale sull'Italia di oggi.
Non prevedono esami finali. A richiesta, viene rilasciato un Attestato di Frequenza. (15 luglio > 2 agosto 2002)

Corsi di lingua e cultura italiana:

Corsi ordinari di primo, secondo, terzo grado e quarto grado
  durata trimestrale
(1 luglio > 30 settembre 2002)
Corsi ordinari di quinto grado
  durata semestrale
(1 aprile > 30 settembre 2002)
Corsi straordinari di primo, secondo e terzo grado
  durata bimestrale
(1 agosto > 30 settembre 2002)
Corsi straordinari di primo, secondo e terzo livello
  durata mensile
(1 > 31 luglio 2002) (1 > 30 agosto 2002) (2 > 30 settembre 2002)

Corsi straordinari intensivi:
Sono previsti per tutti i cinque gradi con durata mensile. Si caratterizzano per un maggior carico orario settimanale e per le classi con un numero programmato di studenti. Al termine di un Corso intensivo è rilasciato, a richiesta, un Attestato di Frequenza. (1 > 31 luglio 2002) (1 > 30 agosto 2002) (2 > 30 settembre 2002)

L'Università è membro dell'ALTE (Association of Language Testers in Europe) e rilascia in tale ambito la Certificazione di conoscenza della lingua italiana (CELI), articolata in cinque livelli, i cui esami si svolgono sia in Italia che all'estero, di preferenza presso gli Istituti Italiani di Cultura. Per studenti italiani e stranieri sono inoltre attivati i seguenti corsi di laurea triennali: Insegnamento della Lingua e Cultura Italiana a Stranieri (ILIS)
Promozione della Lingua e Cultura Italiana nel mondo (PLIM)
Comunicazione Internazionale (COMINT)
Tecnica Pubblicitaria (TEP)

E corsi di specializzazione biennali:
Scuola di Specializzazione in Didattica dell'Italiano come Lingua Straniera.

MASTER PER INSEGNANTI

Sta per concludersi presso la Scuola di Specializzazione post laurea in 'Didattica dell'Italiano L2' attiva presso l'Università per Stranieri, il programma 'master per insegnanti' promosso dalla Direzione Generale Istruzione Media non statale, Coordinamento Formazione Insegnanti del MPI (oggi MIUR), con la collaborazione delle IRRE Umbria. I contenuti di insegnamento della Scuola rispondono infatti pienamente alle aree prioritarie di sviluppo professionale disegnate dal progetto ministeriale.

L'offerta formativa - che costituisce un'esperienza pilota per la sua novità e di cui si prevede un prosieguo nei prossimi anni - si è concretizzata per i 14 insegnanti assegnatari della borsa di studio in 100 ore di attività costituite da lezioni frontali, laboratori ed attività sperimentali. Tra gli insegnamenti proposti dalla Scuola nell'arco di due anni, sono stati scelti quelli di maggiore interesse e rilevanza per la crescita professionale degli insegnanti.

Quanto alle attività di tirocinio, che costituiscono parte integrante del programma di studi della Scuola, esse sono state sostituite - trattandosi di insegnanti in servizio da almeno 10 anni - da attività di ricerca sul campo monitorate da tutori dell'Università. Il corso dà diritto ad un accreditamento di 15 CF.

 

| sommario | top | « indietro | avanti » |