Leonardo Servadio nasce a Perugia nel 1925, discendente da una famiglia le cui origini fanno parte della storia stessa della città.

Dopo essersi laureato in Economia e Commercio, entra nel mondo del lavoro affiancando il padre nell'azienda di famiglia, ma nel 1959, spinto dalla passione imprenditoriale e dall'intuizione che i tempi sono maturi per produrre industrialmente capi di abbigliamento, dà vita a un laboratorio di pantaloni che, dalle iniziali del suo nome, chiama ELLESSE.

Partita quasi in sordina, con caratteristiche semiartigianali, grazie alle continue innovazioni e diversificazioni nel campo del prodotto e con l'uso pionieristico delle sponsorizzazioni sportive nel campo della promozione, l'ELLESSE, nel corso dei tre decenni successivi, si afferma come leader assoluto nella produzione di abbigliamento da sci e da tennis e diventa un'icona del "made in Italy" nel mondo.

Nel 1993 cede l'attività a un gruppo inglese e finalmente può dedicarsi a realizzare un sogno che coltiva da molto tempo, essendo un amante della sua città. I grandi locali con volte medievali in pieno centro cittadino, in passato sede dell'attività paterna, diventano il "Caffè di Perugia". Subito il Caffè diventa il salotto buono dei Perugini e anche una grande attrazione per i turisti, affascinati dalla imponente struttura e dai tanti richiami storici e culturali che fanno da cornice al Bar, al Ristorante e all'Enoteca, tanto da guadagnarsi, dopo appena due anni dall'apertura, l'onore di essere inserito fra i 14 Caffè più belli e importanti in Italia.

Nel 1999 Leonardo Servadio acquista la Collezione del Museo del Giocattolo di Stoccolma, con l'obbiettivo di farlo diventare il fulcro di un parco ludico, culturale e commerciale da allestire a Perugia, nel complesso immobiliare che era stato sede dell'ELLESSE.
Scopre così un'altra passione e, nel tempo, arricchisce la raccolta con tanti altri pezzi pregiati, e adegua alla tecnologia moderna, con foto e schede illustrative, l'intera collezione.

Gianfranco Ricci, fiumano toscanizzato, giornalista de "La Nazione", racconta, dalla metà degli anni '60, il complesso e stimolante snodarsi di eventi che nei molteplici aspetti, (dallo sport alla giudiziaria, dall'economia alla cultura, dalla religione alla politica) hanno scandito la vita, le emozioni e gli aneliti degli umbri.

Per i doveri del mestiere è stato anche attento testimone della storia che ha caratterizzato l'evoluzione e la chiusura della parabola Ellesse.

Ha collaborato con quotidiani e periodici di Milano, Bologna, Napoli, Roma, Firenze, Tokio, Messina. Ha diretto un'emittente televisiva. Ha scritto libri su personaggi e vicende di una regione che ama, pur non essendo, per radici, la sua. Ha cofirmato numerosi volumi.

È consigliere nazionale dell'Ordine dei giornalisti, per il quale ha assolto a lungo anche compiti di governo.




Guerra Edizioni
Via Aldo Manna 25/27 06132 Perugia (Italia) tel +39 075 5289090 fax +39 075 5288244
info@guerraedizioni.com
Copyright © Guerra Edizioni 2019 - Tutti i diritti riservati | Disclaimer | Privacy | Credits | Informativa cookie