WEBQUEST 22



COMPITO

Prima di cominciare è necessario entrare nel sito http://www.aula21.net/Wqfacil/webit.htm dove trovate il generatore di una webquest, cioè lo strumento che vi permette di creare la vostra webquest personale.

Per avere maggiori informazioni su come si fa una webquest potete anche visitare i siti http://www.bibliolab.it/webquest.htm (cominciate da questo: infatti qui potete trovare molti altri link specifici e modelli di webquest fatte da studenti italiani), http://www.aula21.net/ e http://webquest.sdsu.edu/ (in inglese) in cui si hanno le informazioni necessarie per creare una webquest ed esempi di webquest.

La pagina del generatore vi indica in modo abbastanza preciso il contenuto di ogni sezione. Provate a giocare con questo generatore e vedrete che in poco tempo lo saprete usare con tranquillità.

Un consiglio:
preparate prima il vostro lavoro in word e preparate anche la cartella "immagini" dove andate a inserire le foto (per le foto ricordate di memorizzare il sito in cui le avete trovate. Lo dovete infatti indicare alla fine nei RINGRAZIAMENTI. Attenzione a non usare foto protette da copyright).
Poi, con un "taglia e incolla", andate a riempire le pagine del generatore con il testo che avete preparato. Alla fine salvate la vostra pagina come è indicato nel generatore. Riaprite la pagina salvata e poi cliccate in alto a sinistra alla voce "file": qui scegliete l'opzione che indica di rielaborare il file in formato word. Questo vi permette di modificare il carattere, l'impaginazione, scegliere il corsivo, il maiuscolo, il grassetto, ecc. Avete cioè la possibilità di "abbellire" il vostro lavoro.

Un altro consiglio:
Prima di iniziare a completare le varie sezioni in cui è suddivisa una webquest, cioè prima di trattare in modo approfondito l'argomento che avete scelto, navigate in rete e cercate i siti più adatti alle vostre idee.

Infatti è più facile pensare a una webquest quando si hanno già chiari in testa i siti da indicare piuttosto che pensare al percorso di una webquest e poi andare a cercare i siti adatti solo dopo. Anzi, a volte le idee nascono proprio navigando nei siti.

Facciamo allora un passo indietro.

Nella sezione INTRODUZIONE occorre dare un'idea dell'argomento che si deve affrontare ma allo stesso tempo bisogna creare interesse, aspettativa e curiosità.
Potete iniziare con qualche attività divertente che vi permette di entrare nell'argomento senza approfondirlo, magari cercando di stimolare gli studenti a riportare alla mente quello che già sanno o hanno sentito dell'argomento proposto.

In questa sezione COMPITO, invece, indicate ai vostri studenti il prodotto finale del lavoro e consigliate anche il formato con cui deve essere presentato: PowerPoint, su carta, un manifesto, un filmato, ecc. L'importante è che il prodotto risulti creativo e divertente.